Evento Community “Guest Blogger”.


Buonasera a tutti! Per festeggiare i 4100 iscritti nella community GPlus Blog and Blogger è stato indetto un concorso-evento, “Guest Blogger per un giorno”.
Il guest blogger scrive come ospite in un blog di cui non è autore redigendo un articolo in tema con i contenuti del sito, e al contempo può ospitare un guest post di un altro blogger.

Cercatoredifavole sarà ospite di VespaMoto39: ho scritto una storia che parla di moto e di sentimenti (clicca sul link per leggerla), e nel frattempo ho scelto di pubblicare il bel post di Massimiliano Riccardi (cliccate sul link del nome per visualizzare il suo blog), dalla tematica particolare, una “sfida” che gli ho proposto e che ha magistralmente portato a termine. Leggendo casualmente dei commenti scherzosi su un post, ho pensato che avrebbe potuto calarsi nei panni di qualcuno totalmente diverso da sé. Per una storia che veicolasse non tanto un punto di vista del singolo quanto i sentimenti delle diversità, importante ricchezza che a volte non viene compresa da tutti. Un esercizio all’empatia, quasi una prova attoriale o recitativa. Devo dire che quella di Massimiliano è stata una grande prova: non indugio oltre e vi lascio alla bellissima lettura del suo post, Read More

La sindrome del lampione.


Ogni volta che torno a casa in macchina è spesso sera. I fari accesi mi permettono di verificare le condizioni della strada e di quello che trovo avanti a me, mentre muovo dolcemente il volante sull’asfalto. La mia auto obbedisce docile e mesta. Bisogna evitare le buche e i crateri lasciati dagli acquazzoni, scalare la marcia con le curve a gomito, fare attenzione ai gatti e ai pedoni che attraversano all’improvviso, inserire la freccia per svoltare, dare la precedenza alle rotatorie. C’è un momento ben preciso in cui sento di essere quasi arrivato, un attimo in cui capisco che soltanto poche decine di metri mi separano dall’ingresso di casa. Uno, due, tre, quattro… È un secondo in cui tutta la tensione si scioglie, i muscoli iniziano a rilassarsi e i polmoni inspirano più aria, posso respirare con la pancia invece che con gli apici e il torace alto; specialmente quando torno dopo una nottata trascorsa fuori il mio corpo capisce che sta per arrivare il tanto agognato riposo. Sembra quasi che sia andato in guerra e che un lungo viaggio di ritorno abbia curvato le mie spalle. Ma sto tornando, sono tornato, sono quasi arrivato. Soltanto pochi secondi.

Posso sganciare la cintura di sicurezza. Read More