Pelle a mosaico.


[Scroll down for English version]

Le-cicatrici-del-mio-Cuore-di-Jeanpietro-Puntillo[Ita] In medicina, la guarigione delle ferite può avvenire in due modi: per prima intenzione o per seconda intenzione. Il nostro corpo mette in atto meccanismi di riparazione per il riempimento della soluzione di continuo e per la chiusura della ferita: la cicatrice è il risultato di una ferita. La ferita il risultato di un evento traumatico. La gravità della ferita è il risultato proporzionale alla forza dell’insulto.
La prima intenzione si realizza quando i margini della ferita sono ben accostati tra di loro in tutti i piani e in assenza di spazi vuoti, la seconda quando ciò non avviene e l’organismo deve mettere in atto meccanismi più complessi. Da un punto di vista biologico però alla base dei due processi vi sono gli stessi identici fenomeni, variabili semplicemente da un punto di vista quantitativo.

Nella specie uomo non è ben rappresentata la rigenerazione (per intenderci, la ricrescita di un arto o la formazione di una copia identica e perfettamente funzionante di una parte del corpo amputata o lesa), se non in qualche esempio che riguardi fegato ed osso. La capacità di rigenerazione, generalmente, tende a ridursi sia fra gli animali sia fra i vegetali man mano che saliamo la scala evolutiva: non siamo lucertole o salamandre e nemmeno piante. Read More

Annunci