Acqua e schiuma (Considerazioni random sulla vita #3).

[English version coming soon]

[Ita] Ci sono persone. Ci sono macchie di gelato sulla maglietta. Ci sono pezzi di vita su una panchina di legno e un caldo atroce. Una vibrazione o forse l’illusione di una vibrazione e pensi subito che sia il cellulare, un messaggio, una chiamata. Invece è soltanto il giorno che scorre, forse il legno che fa da cassa di risonanza alla tua voce. Il cellulare può aspettare.

Ci sono momenti. Esperienze e memorie che gridano dietro gli occhi di ciascuno. Fa caldo, ecco perché il gelato si è sciolto prima che tu te ne accorgessi. La panchina di legno sembra un luogo sicuro su cui abbandonare il proprio corpo. Una zattera in mezzo alla piazza bruciata dal sole. La frenesia può aspettare.77414436

Per alcuni la vita è calma piatta, un mare a tavola e la superficie liscia di chi si accontenta di sapere ciò che vuole … ma per altri la vita è fatta di onde. Onde che vanno seguite, accettate, cavalcate. Alcune sono alte e spaventose, altre piccole e placide, qualche altra è divertente e simpatica. Alcune fanno tanto rumore e si muovono fragorosamente senza spostare niente, altre sono silenziose ma trasportano chili di energia cinetica e si mangiano sabbia e roccia. A volte vorresti quasi mare calmo, ma poi capisci che anche le onde sono belle. Lo sono proprio perché danno colore e movimento, perché ti spingono, ti sollevano e ti permettono di guardare lontano. Perché ti insegnano a lottare e ad apprezzare ogni secondo in cui hai domato il cambiamento e sei stato bravo a gestire i pezzi di te. Le onde ti svegliano dall’anestesia e ti lasciano galleggiare ai confini della tua anima, riportando in superficie e a riva ogni possibilità: la possibilità di esprimere ciò che senti. Ciò che vuoi. Ciò che sei: un mare pieno di onde.

A volte non lo sai cosa vuoi, perché devi ancora capirlo, perché lo stai facendo. Non andrà tutto bene e non andrà sempre tutto come avevi programmato e no non ci sarà niente di facile. La tua vita è fatta di questo e va bene così. È giusto che sia così. È bello che sia così.

Se poggi i piedi senti già acqua e schiuma. La panchina è una nave e stai guadagnando la rotta sul mare. Sei tutte le onde e sei in gioco. Navigare è un’avventura, e ci sono tappe da raggiungere e da percorrere. Che bel viaggio passato presente e futuro. Siamo stati bravi.


👉Considerazioni random sulla vita #1

👉Extrasistoli (Considerazioni random sulla vita #2)

👉Soundtrack (“Chasing the Rain” – Tenderfoot)

👉Pagina FB

[Eng]

Annunci

4 comments

  1. dimmibarbie · giugno 26

    sempre bello ritrovare le tue parole,
    che oggi sono come le onde che hai descritto,
    salgono alte fino al cielo,
    e poi giù nelle profondità della nostra anima…
    Un caro abbraccio,
    Barbara

    Mi piace

  2. lamelasbacata · giugno 21

    Le onde smuovono, rimescolano, intorbidano le acque. Magari dal fondo sale un pezzo di legno cui aggrapparsi o una conchiglia con il rumore del mare. Ed è bello quando l’acqua torna limpida e la sabbia decanta

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...